Annunci

Come cambia il flusso di lavoro da Canon a Fuji


Dopo quasi 3 mesi di utilizzo del sistema Fuji posso apprezzare i cambiamenti nel flusso di lavoro che è diventato più efficiente ed efficace per le mie esigenze.

Ho scattato a due mostre canine organizzate dalla stessa persona nello stesso posto in mesi differenti: nella prima occasione avevo Canon, nella seconda Fuji. Una perfetta occasione per un confronto a parità di variabili.

Preciso che non farò un confronto tecnico tra le 2 fotocamere, si possono portare a casa foto bellissime da entrambe, con le dovute differenze nell’utilizzo che potete trovare nel mio precedente confronto

Evento con Canon: Vado all’evento con Canon 5d MK2 + 50mm e 16-35 f4l, scatto in raw + jpeg. Inoltre porto flash e riflettore. Utilizzando sempre i raw con Canon mi sono abituato a scattare poco e bene, evitare il superfluo, e quindi..

  1. durante l’evento ero molto concentrato a trovare il “momento” (bene! in teoria così si fa), ma mettevo in secondo piano un importante aspetto operativo: ognuno tra i tanti partecipanti avrebbe probabilmente desiderato una foto del proprio cane, non necessariamente eccezionale. Inoltre alcuni momenti “umani” (sguardi, gesti ecc.) sono così istantanei che hai meno probabilità di coglierli se si è troppo selettivi.
  2. arrivo a casa, ho tanti raw+jpeg, ma nessun jpeg mi piace abbastanza da volerlo pubblicare così com’è e quindi con pazienza passo il tempo libero alla scrivania e mi concentro solo sulle foto che secondo me avrebbero fatto da “vetrina” nella speranza di poter invogliare i partecipanti a scrivermi e chiedere le foto dei loro cani (suona macchinoso vero? Infatti lo è!). Risultato? Solo dopo qualche giorno pubblico belle foto ma solo una quindicina, quindi solo una piccola fetta dei partecipanti vede i propri cani nelle anteprime delle foto.
  3. Ricevo comunque un discreto numero di contatti.. ma come spesso succede quando capiscono che le foto non le regalo si dileguano, oppure altri non si trovano a loro agio con la logica del “ io le foto del tuo cane ce l’ho, però se vuoi che ci lavoro e te la rendo speciale mi devi pagare prima sulla fiducia che ti verrà una foto bella come quelle della vetrina” (suona nuovamente macchinoso vero?..). Morale della favola vendo 0 foto. E’ colpa di Canon? No! Le foto sviluppate sono belle, ma se ci si muove su numeri piccoli si è più soggetti alla sorte, che in questo caso non si è rivelata dalla mia parte.

 

Evento con Fuji: vado all’evento con Fuji xt1 + obiettivo 16-55 + flash. Scatto in jpeg bianco e nero filtro giallo + raw. Ormai conosco le potenzialità di Fuji e non mi preoccupo di fare qualche scatto in più, concentrandomi sul portare a casa un discreto numero foto per ogni singolo cane.

Torno a casa, ignoro i raw e li conservo, mi concentro sui jpeg e cancello le foto non buone. Il giorno stesso dell’evento invio all’organizzatore 250 foto a mio parere soddisfacenti senza post produzione. Da quando sono arrivato all’evento a quando ho inviato le foto saranno passate max 5 ore.

In poco tempo ricevo molti contatti: in effetti già dal mattino seguente ogni singolo partecipante ha potuto apprezzare la foto prima di dover eventualmente pagare. Anche stavolta succede che molti si tirano indietro quando si rendono conto che non le regalo, ma forse per la legge dei grandi numeri qualcuno che è disposto a pagare per le foto lo trovo. Nella maggior parte dei casi vogliono i jpeg senza post-produzione per un prezzo più basso , qualcuno chiede la post-produzione per un prezzo maggiore.

Morale della favola: nell’evento scattato con Fuji ho venduto delle foto lavorando meno tempo e solo lo stretto necessario, in quello scattato con Canon non ho venduto nulla ed ho lavorato più tempo. Le foto di Fuji erano più belle di Canon? No! E’ l’approccio più “democratico” e meno macchinoso che ha fatto la differenza. Ricordate che io non sono un professionista, faccio un altro lavoro e per la fotografia sfrutto il tempo libero. Se fossi un professionista probabilmente cambierebbe tutto, avrei con me sia una Fuji  che una Reflex da differenziare a seconda dell’assegnazione. Quindi ribadisco la mia conclusione del mio precedente post: se la fotografia non è la vostra professione pensateci bene prima di caricarvi i costi ed i pesi delle reflex Full Frame e degli obiettivi all’altezza delle stessa.

Aggiungo alcuni scatti a caso dell’evento fatto con la Xt1. Le foto sono ridotte al 50% della risoluzione. Tutti Jpeg, no post-produzione.

Annunci
Categorie:ATTREZZATURATag:, , , , , , , , , ,

3 comments

  1. Salve, io vengo invece da Nikon D810 e per la PP era proprio un bagno di sangue visto che il PC non era nemmeno molto performante e tra l’altro ii RAW Nikon sono inguardabili rispetto a Canon. Non posso dire diversamente dei FPG.
    In ogni modo la tua riflessione non è affatto sbagliata.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: