La prima foto pubblicata su 1X!

E’ un grande onore avere la mia prima foto pubblicata su 1X, dopo la bellezza di 12 foto respinte!

1x è un “social network” dedicato ai fotografi, non tanto diverso da Flickr, 500 px, Instagram o tanti altri se non fosse per il fatto che gli autori del sito sottopongono ogni foto caricata ad una severa selezione. A loro detta solo il 5% delle foto caricate su 1X vengono pubblicate. Ci sono foto incredibili, e consiglio a tutti di iscriversi a 1X per ammirare i capolavori pubblicati e usufruire dei contenuti aggiuntivi come i Tutorials o l’acquisto di libri e stampe. Ebbene, dopo la bellezza di 12 foto respinte, la foto della stazione del World Trade Center è stata pubblicata, è un grande onore per me!

Qui il link: https://1x.com/photo/1339958/latest:user:634384

World Trade Center Station

Annunci

Test Ricoh GRII VS. Fuji XT-1 18mm

Amo Fuji, ma in questi giorni le sto facendo le corna testando la super-compatta Ricoh GRII.

Continua a leggere Test Ricoh GRII VS. Fuji XT-1 18mm

Treppiedi da viaggio: Manfrotto Compact Advanced vs. Sirui Carbon T-025X

Doverosa premessa: stiamo confrontando un treppiedi da 70-100€ con uno da 230-250€. Lo scopo di questo confronto non è scegliere il miglior Treppiedi ma aiutarvi a capire qual è il migliore per voi.

Entrambi hanno una caratteristica in comune: sono, secondo me, i migliori treppiedi nelle rispettive fasce di prezzo.

Per il resto differiscono su tanti fronti, andiamo nel dettaglio:

Manfrotto Compact Advanced: è in alluminio e plastica, pesa 1,42Kg e da chiuso misura 44cm. L’altezza massima che può raggiungere è 165cm, mentre con la colonna centrale retratta arriva a 140cm. Io consiglio di usarlo con la colonna retratta per maggiore stabilità, 140 cm sono più che sufficienti. La portata massima è 3Kg, la testa è a 3 vie con due leve di controllo e il meccanismo di sgancio delle gambe è a leva. La testa non è intercambiabile ed ha l’attacco proprietario Manfrotto che io trovo molto rapido.

Sirui T-025X: è in fibra di carbonio, pesa 0,88Kg e da chiuso misura 30cm. L’altezza massima che può raggiungere è 130cm, che diminuiscono a 113 se non si tira su la colonna centrale. La portata massima è 6Kg, la testa è a 3 vie con controllo tramite rotelle, e anche il meccanismo di sgancio delle gambe è a rotella. La testa è intercambiabile. Inoltre ha un gancio che permette di zavorrarlo. La testa è standard Arca-Swiss, ideale per chi usa come me accessorri della Peak Design come ad esempio il Peak CP-2

20170514_174259.jpg
La compattezza del Sirui t-025x è sbalorditiva

Ho utilizzato il Manfrotto per anni, e vi posso dire che per 70-100€ è un vero affare. Robusto, molto pratico, affidabile sia con corredo Reflex che Mirroles.. Ha senso quindi spendere più del doppio per il Sirui? La risposta è…SI, potrebbe avere senso. Le specifiche tecniche parlano da sole: pesa il 38% in meno e da chiuso è lungo il 30% in meno del Manfrotto. Sono differenze non banali durante un viaggio in cui si è soliti camminare molto.Grazie anche alla testa più “essenziale” si apprezza il minor ingombro generale quando si viaggia nelle città affollate.

Io  sono alto solo 1,68m, quindi lavorare con un treppiedi alto 110-130 cm non mi ha dato nessun problema. Se fossi alto 1,90m allora il Sirui t-025x potrebbe diventare scomodo e dovrei considerare altri modelli della linea Sirui in carbonio come ad esempio il Sirui N1204-X, ma il prezzo sale a 400€ senza testa.

Per concludere: se avete già le idee chiare sulle vostre esigenze in viaggio e vi serve un treppiedi estremamente leggero, compatto e discreto mettete mano al portafoglio e comprate il Sirui T-025X, vi assicuro che non ve ne pentirete  . Se al contrario siete ancora un po’ indecisi sull’utilizzo che dovete fare del vostro primo treppiedi e avete bisogno di qualcosa di versatile e non impegnativo non pensateci troppo e comprate il Manfrotto Compact Advanced, in questo momento su Amazon lo trovato a soli 70€, praticamente regalato!!

20170514_174441.jpg
Sirui T-025x vs. Manfrotto Compact Advanced

Nel prossimo articolo farò un confronto alla pari tra il Sirui T-025X ed il Manfrotto BeFree in carbonio e vi dirò perchè ho scelto il primo, seguitemi per rimanere aggiornati.

Roma SACRA e profana

Roma è una città sontuosa. Solo un pazzo non apprezzerebbe la bellezza di Roma. Eppure io non mi ci sono mai trovato a mio agio. La percezione che ho della Capitale d’Italia è di una città che travisa la sua identità a favore del turismo; mi sembra quasi che i turisti abbiano espropriato il centro storico. E’ una sensazione istintiva che non saprei spiegare meglio e che non provo in tutte le città turistiche.

Credo che le oltre 20 foto che potete vedere in basso nascano da questo sentimento contraddittorio che vivo nei confronti di questa città. Mi sono ripromesso di ritornarci e visitare altri quartieri meno battuti per trovare e apprezzare lo spirito della città.

 

 

Colosseo
Colosseo
Colosseo(1)
Colosseo
Colosseo (modelli)
Colosseo
Colosseo (riposo)
Colosseo
Colosseo (2)
Colosseo
Fontana di Trevi
Fontana di Trevi
Fontana di Trevi (1)
Fontana di Trevi
Galleria Sciarra
Galleria Sciarra
Vaticano - Basilica di San Pietro
Città Del Vaticano
Vaticano - Obelisco
Città Del Vaticano
Vaticano
Città Del Vaticano
Vaticano - Basilica di San Pietro (Aventino)
San Pietro
Piramide
Piramide
Piazza di Spagna
Piazza Di Spagna
Piazza di Spagna (Valentino)
Piazza Di Spagna
Via Condotti
Via Condotti
Ottaviano (1)
Ottaviano
Ottaviano (2)
Ottaviano
Ottaviano
Ottaviano
Aventino
Aventino
Centro Storico Roma
Centro Storico
Centro Storico Roma (1)
Centro Storico
castel sant'angelo
Castel Sant’Angelo

12 Preset gratuiti per Lightroom su camere FUJI x – il link per scaricarli e la mia prova

Samuel Zeller è un bravissimo fotografo editoriale e di architettura che può essere sicuramente un esempio da seguire per chi vuole diventare un professionista nell’ambito della fotografia (quindi non io). Oltre ad essere bravo è anche molto generoso perchè ha messo da poco a disposizione 12 preset di lightroom da scaricare gratuitamente a condizione di condividere il suo sito su un qualsiasi social. Io ne ho approfittato subito e ora vi illustro brevemente come implementare i preset e come agiscono sulle immagini.

Una volta scaricati i preset entrate in Lightroom e premete contemporaneamente Ctrl + , (control – più – virgola): siete nelle preferenze; cliccate sulla seconda tendina “predefiniti” e cliccate su “mostra cartella dei preferiti di Lightroom”. Da qui cliccate Lightroom-Develop Presets e poi create una nuova cartella che vi consiglio di chiamare “Samuel Zeller”. Fatto ciò andate a prendere il file zip di Zeller, decomprimete, entrate nella cartella “Develop Presets” e copiate tutti i file con estensione .lrtemplate nella cartella che avete appena creato in Lightroom. Dopodichè riavviate Lightroom e avrete i nuovi preset nel menù di Sviluppo Rapido.

E adesso il verdetto: avevo aspettative più alte su questi preset. Sinceramente faccio fatica a pensare che lui stesso li usi all’interno del suo workflow. Su 12 preset l’unico che mi conserverò sarà “Duotone Cyan” che in effetti mi sembra interessante e ben centrato per un effetto un po’ vintage-acido-caldo. Tutti gli altri preset a colori mi sembrano buoni giusto per le foto hipster da caricare su Instagram. Sul bianco e nero ho preso la più grossa delusione – anche perchè ultimamente sviluppo principalmente in bianco e nero -. Ci sono 2 preset e.. non so lascio giudicare voi attraverso le foto in basso. Metterò a confronto i 2 preset con una elaborazione fatta da me in 1 minuto con sviluppo base mentre bevevo il caffè stamattina alle 9 con ancora le caccole negli occhi, con Lightroom che tra l’altro non uso mai (sempre CR+PS+NIK)

Cosa ne pensate?

in ogni caso Samuel Zeller è da ringraziare per lo spirito di condivisione, e sicuramente presto o tardi userò  il suo preset “Duotone Cyan”

Confronto Obiettivi Fuji: XF 16-55 f2.8 vs. XF 18-55 f2.8-4 OIS vs. Fuji xf 18 f2

Siccome su forum e gruppi Facebook dedicati a Fuji una dei temi più dibattuti è quale obiettivo sia meglio comprare tra il costoso e pesante 16-55 e il “perquelchecosta è fenomale” 18-55 ho pensato di fare un noiosissimo test accompagnato da noiosissime immagini di confronto. A dispetto di tutta questa noia i risultati sono interessanti e vi invito a leggere il resto dell’articolo per chiarire i vostri dubbi. Inoltre ci ho aggiunto anche il 18mm perchè ce l’ho e allora ho pensato, perchè no?

Continua a leggere Confronto Obiettivi Fuji: XF 16-55 f2.8 vs. XF 18-55 f2.8-4 OIS vs. Fuji xf 18 f2

5 Terre facili

Non c’è molto da dire sulle 5 Terre e i suoi dintorni, sono posti bellissimi e unici, bisogna andarci, scattare tante foto, godersi i panorami e rassegnarsi ad essere dei turisti tra i turisti.

L’unico difetto delle 5 Terre è quello di essere una meta estremamente famosa e la calca, le difficoltà logistiche i prezzi degli hotel e dei ristoranti possono scoraggiare l’idea di fare un salto alle 5 terre senza preoccuparsi troppo dell’organizzazione e delle spese del viaggio, a meno chè….

..a meno chè non si cerca un B&B a La Spezia, in centro se si è senza macchina, in zona alta se si ha la macchina.

Continua a leggere 5 Terre facili

FINALMENTE il Raw-Converter degno di Fuji: Iridient X-Transformer

Dopo più di 6 mesi dal passaggio a Fuji finalmente cade, secondo me, un limite che gravava sulle spalle delle fotocamere Fuji: il raw-converter per il formato RAF di Fuji. Vi anticipo la cosa che vi interessa di più: alla fine del post ci sono le foto di confronto

Continua a leggere FINALMENTE il Raw-Converter degno di Fuji: Iridient X-Transformer

Manhattan in bianco e nero

Ed è New York la città più bella del mondo? Forse. Nessuna notte urbana è come la notte a New York. Ho guardato la città dall’alto dei grattaceli. Ed è allora che i grandi edifici perdono la loro realtà a la sostituiscono con poteri magici, diventando cosi immateriali che è come se esistessero solamente le finestre illuminate.
(Ezra Pound)

“..A me date i vostri stanchi, i vostri poveri, le vostre masse infreddolite desiderose di respirare liberi, i rifiuti miserabili delle vostre spiagge affollate. Mandatemi loro, i senzatetto, gli scossi dalle tempeste, e io solleverò la mia fiaccola accanto alla porta dorata.”

Come cambia il flusso di lavoro da Canon a Fuji

Dopo quasi 3 mesi di utilizzo del sistema Fuji posso apprezzare i cambiamenti nel flusso di lavoro che è diventato più efficiente ed efficace per le mie esigenze.

Ho scattato a due mostre canine organizzate dalla stessa persona nello stesso posto in mesi differenti: nella prima occasione avevo Canon, nella seconda Fuji. Una perfetta occasione per un confronto a parità di variabili. Continua a leggere Come cambia il flusso di lavoro da Canon a Fuji

Foto di viaggio in India parte 1

È sporca, è povera, è infetta; a volte è ladra e bugiarda, spesso maleodorante, corrotta, impietosa e indifferente. Eppure, una volta incontrata non se ne può fare a meno.” (Cit. T.Terzani)

Da Full Frame a Mirrorless, da Canon a Fuji: la conversione!

L’ho fatto. Sono passato da Canon a Fuji in una settimana, ma non l’ho fatto per risparmiare pesi e ingombri, bensì per cambiare il mio approccio alla fotografia ; vediamo perché. Continua a leggere Da Full Frame a Mirrorless, da Canon a Fuji: la conversione!

Strade di New York 

“E’ una città magica, travolgente, bellissima. Una di quelle città fortunate che hanno la grazia. Come certi poeti che ogni qualvolta scrivono un verso fanno una bella poesia. Mi dispiace non esser venuto qui molto prima, venti o trent’anni fa per restarci. Non mi era mai successo conoscendo un paese. (…) New York non è un’evasione: è un impegno, una guerra. Ti mette addosso la voglia di fare, affrontare, cambiare (…)”

P.P. Pasolini

Los Roques: la perfezione dei caraibi

Se pensate che una vacanza in Venezuela non possa fare per voi aspettate di conoscere Los Roques, un arcipelago formato da circa 50 isole coralline che “chiude” la cintura dei Caraibi a nord di Caracas.

Los Roques è una meraviglia. C’è poco altro da dire. Già dopo pochi minuti dal decollo del piccolo aereo 20 posti ho capito che stavo per vivere una perfetta vacanza caraibica; il colpo d’occhio dell’arcipelago dall’alto toglie il fiato. Continua a leggere Los Roques: la perfezione dei caraibi